google-site-verification: google6d3178596b5f7fea.html

Cosmetici BIO: le italiane ne comprano sempre di più

Per la cura della pelle in Italia niente supera il bio.

La Cura della pelle è assolutamente in primissimo piano e sono aumentate sia la domanda che l’offerta di prodotti biologici, naturali o d’ispirazione naturale: oggi valgono il 21% di tutto il mercato. Altra notizia da sottolineare: i prodotti altamente concentrati o incentrati sulla componente scientifica o dermatologica stanno aumentando esponenzialmente (il restante 79%).

Il coinvolgimento delle donne italiane con lo skincare porta ad una elevata ricettività e ricerca attiva di informazioni. Prima di comprare infatti le italiane si fidano del passaparola, delle recensioni online, del consiglio dell’esperto e dei campioncini. Invece al momento dell’acquisto nel punto vendita, ad orientare maggiormente sono: il packaging, la disposizione sullo scaffale, la prova del prodotto e, dove possibile, il consiglio delle commesse.

Questi risultati sono frutto sia di una maggiore attenzione delle italiane agli ingredienti dei prodotti beauty con una percentuale del 55% rispetto al 46% delle europee ed una particolare preferenza per i prodotti a base naturale. Inoltre, il 57% delle donne in Italia è convinto che l’efficacia dei prodotti sia fortemente legata alla ricerca scientifica, contro il 44% in l’Europa.

Lo attesta l’ultimo report dell’Osservatorio Beauty dell’Oréal Italia.

Antiage: si spende di più!

Spesso le italiane considerano la Skincare irrinunciabile (93%) e molte di loro ne vivono lo shopping come un momento di divertimento. Tuttavia considerano i prodotti per la cura del viso come un investimento a lungo termine per il mantenimento della giovinezza,mentre per la detergenza sono disposte a spendere meno. Ecco perchè sono molto coinvolte emotivamente quando comprano questi prodotti, considerati capaci di influenzare sia l’estetica che il proprio benessere. In particolare in Italia i prodotti più utilizzati nella cura del viso sono le creme (71%) e le maschere (34%), le proprietà più apprezzate sono quelle idratanti e soprattutto quelle anti-età: il 42% delle italiane dice di prendersi cura della propria pelle con l’obiettivo di sembrare più giovane rispetto al 37% delle donne europee.

I prodotti per la detergenza, invece, sono considerati più affini al mondo dell’igiene e, pur riconosciuti come fondamentali, non generano lo stesso coinvolgimento emotivo e progettuale.  I prodotti di detergenza che dal 2012 sono stati più acquistati sono le salviette, i tonici, le maschere e soprattutto le acque micellari, che hanno registrato una crescita molto elevata rispetto ai più tradizionali latti e struccanti occhi.

Il ruolo delle marche nella categoria skincare è particolarmente rilevante. Le consumatrici, pur amando sperimentare le ultime novità, preferiscono muoversi all’interno di marche già conosciute (92%). Se parliamo di fiducia, le italiane si fidano in modo più esclusivo di prodotti di brand affermati e riconosciuti. L’elevata fedeltà alla marca è determinata dalla credibilità e dell’ efficacia dei prodotti. È forse la volontà di guadagnare credibilità e legittimazione uno dei motivi che spinge molti nuovi brand a far certificare la loro offerta biologica da enti terzi riconosciuti.

Dal rapporto Biobank 2018 emerge, infatti, come tra il 2016 ed il 2017 il numero di aziende produttrici cosmetiche italiane certificate BIO sia aumentata di oltre il 250%.

Follow:
Oriana Mariotti

Sono giornalista e presto psicologa.
Entusiasta, disordinata e appassionata di Bellezza, sono il Direttore editoriale di “Le Cronache della Bellezza”, amo informare ma sono sempre in ritardo!
Puoi contattarmi ai link che trovi allegati.
Buona navigazione, Bellezza! :)

Find me on: Web | Twitter | Facebook

Share:

Looking for Something?